Cos’è la SEO? La tua guida completa passo dopo passo

seo

Se ti sei ritrovato a cercare su Google “Cos’è la SEO?”, sono qui per aiutarti.

SEO sta per Search Engine Optimization, una strategia di marketing che migliora la visibilità organica del tuo sito web sui motori di ricerca come Google e Bing.

Ma questo è solo la punta dell’iceberg. Devi essere in grado di fare molto più che semplicemente definire l’acronimo se vuoi aumentare il traffico del tuo sito web.

Ecco perché ho creato questa guida approfondita per principianti. Se vuoi saltare direttamente a una parte specifica, ho preparato un comodo indice per aiutarti a iniziare:

Punti Chiave

  • Cos’è la SEO?
  • Perché la SEO è importante?
  • Strategie SEO: White Hat vs. Black Hat
  • Basi del Marketing SEO:
    • Contenuto
    • Ricerca e Selezione delle Parole Chiave
    • HTML
    • Architettura del Sito
    • Autorità
    • Link
    • Personale
    • SEO Locale
  • Linee Guida E-E-A-T di Google
  • SEO e Aggiornamenti dell’Algoritmo di Google

Ti consiglio di leggere l’articolo per intero se è la tua prima volta. Ma se vuoi la versione condensata, leggi i miei punti chiave qui sotto.

La SEO in Breve 

C’è molto da capire se vuoi sapere come funziona l’ottimizzazione per i motori di ricerca e perché la SEO è importante, ma lascia che ti dia una visione generale.

SEO sta per Search Engine Optimization. È la pratica di far sì che i siti web si posizionino più in alto nei risultati organici di Google e di altri motori di ricerca. La SEO è importante perché è solitamente la più grande fonte di traffico per la maggior parte dei marchi. Inoltre, non dipende da un reinvestimento continuo come il marketing a pagamento. Ci sono due tipi di SEO: SEO Black Hat vs. White Hat. Entrambi possono generare risultati a breve termine, ma Google potrebbe penalizzare le tecniche Black Hat. Se vuoi migliorare la SEO del tuo sito, dovresti concentrarti sulle seguenti cose:

  • Trovare parole chiave pertinenti
  • Creare contenuti eccellenti
  • Migliorare la struttura del tuo sito
  • Ottimizzare gli elementi SEO on-page
  • Costruire più backlink
  • Ottimizzare per le ricerche locali 

Google cambia regolarmente il suo algoritmo di ricerca. Non cercare di batterlo; concentrati semplicemente sul seguire le migliori pratiche. In caso di dubbio, leggi le linee guida E-E-A-T di Google. Sii paziente. Aspettati di attendere almeno sei mesi per vedere i risultati.

Cos’è la SEO?

Come ho spiegato nell’introduzione, SEO sta per Search Engine Optimization. E cos’è effettivamente l’ottimizzazione per i motori di ricerca? È un insieme di processi che aiutano i siti web a posizionarsi più in alto nei risultati organici di Google e di altri motori di ricerca.

La differenza chiave tra SEO e pubblicità a pagamento (come il PPC) è che una strategia SEO coinvolge il posizionamento “organico”, il che significa che non paghi per essere elencato. Invece, ottieni una posizione elevata avendo il miglior contenuto (o il contenuto ottimizzato al meglio) su quell’argomento.

La pubblicità a pagamento, come gli annunci PPC, invece, permette alle aziende di pagare per stare in cima a Google. Invece di ottenere traffico gratuitamente, devi pagare ogni volta che qualcuno clicca sul tuo annuncio.

Fare SEO non significa che non puoi eseguire annunci PPC. La maggior parte delle aziende sceglie di (e dovrebbe) gestire sia campagne SEO che PPC per assicurarsi di ottenere il maggior traffico possibile.

Per capire meglio come puoi far posizionare più in alto i tuoi contenuti nei motori di ricerca, devi prima capire come funzionano le ricerche. Questo è l’obiettivo finale di questo articolo. Alla fine, conoscerai tutti i dettagli della ricerca in modo da poter ottimizzare i tuoi contenuti per posizionarli più in alto su Google e attirare più attenzione sui tuoi post.

Elementi Fondamentali della SEO: SEO On-Page, SEO Off-Page e SEO Tecnica

Quando si tratta di ottimizzare il tuo sito web per Google, ci sono tre tipi di SEO ugualmente importanti che devi eseguire: SEO on-page, SEO off-page e SEO tecnica.

La SEO on-page è il processo di ottimizzazione del contenuto del tuo sito web. Questo include la creazione di contenuti di alta qualità e l’incorporamento di parole chiave target. La SEO off-page è il processo di miglioramento della fiducia e dell’autorità del tuo sito web tramite backlink. La SEO tecnica è il processo di ottimizzazione degli aspetti tecnici del tuo sito web, come la velocità di caricamento della pagina e la struttura.

Perché la SEO è Importante? 

Per dirla semplicemente, la SEO può essere una fonte massiccia di traffico per il tuo sito web. Solo nell’aprile 2023, oltre 83,9 miliardi di persone hanno visitato Google. È un numero impressionante di persone e anche una piccola frazione di esse potrebbe fare una grande differenza per la tua attività.

È anche la più grande fonte di traffico per la maggior parte dei siti web, con oltre il 60 percento proveniente dai motori di ricerca.

E la parte migliore è che le aziende non devono pagare per quel traffico! A differenza degli annunci a pagamento, che si tratti di annunci PPC sui motori di ricerca o di annunci sulle piattaforme di social media, le aziende continuano a vedere i benefici della SEO molto tempo dopo aver investito in campagne di costruzione di link o aver creato ottimi contenuti.

Strategie SEO: Black Hat vs. White Hat

Ci sono più modi per ottimizzare la presenza del tuo sito web nei motori di ricerca. La maggior parte dei marketer utilizzerà uno dei due principali approcci: SEO Black Hat e SEO White Hat.

La SEO Black Hat utilizza tecniche di ottimizzazione spammy che cercano di ingannare Google per far posizionare il tuo sito web. Potrebbe funzionare a breve termine per generare traffico, ma Google alla fine penalizzerà e addirittura metterà in blacklist il tuo sito.

Come appaiono queste tecniche? Ecco alcune delle più comuni:

Contenuto duplicato: Copiare contenuti da altri siti web con alto ranking. 

Testo invisibile e keyword stuffing: Includere una tonnellata di parole chiave nel tuo articolo, sia come parte del testo sia nello stesso colore dello sfondo della pagina in modo che l’utente non possa vederle.

Cloaking e reindirizzamento: Reindirizzare strategicamente domini con alto ranking verso siti web irrilevanti e spesso dubbi. 

Costruzione di link spammy: Ad esempio, acquistare un pacchetto su Fiverr che ti promette 5.000 link in 24 ore. Poiché Google penalizza i siti che fanno queste cose, parlerò solo di SEO White Hat, l’uso di tecniche di ottimizzazione SEO che rispettano le linee guida e i termini di servizio dei motori di ricerca. Ho sempre giocato alla lunga nel mondo imprenditoriale, e credo che la SEO White Hat sia la strada da seguire.

Un’altra cosa da notare: esiste anche la SEO Grey Hat.

La SEO Grey Hat non è pura o innocente come la SEO White Hat, ma non è nemmeno manipolativa in modo così evidente come possono essere le tecniche Black Hat. Con le tattiche Grey Hat non stai cercando di ingannare nessuno o di manipolare intenzionalmente il sistema. Tuttavia, stai cercando di ottenere un vantaggio distinto.

Vedi, gli standard di Google non sono così chiari come vorrebbero farti credere. Molte volte, potrebbero persino dire cose contraddittorie. Ad esempio, Google ha detto che non è fan del guest blogging per costruire link.

E il guest blogging per far crescere il tuo marchio? Che dire se lo fai per aumentare la consapevolezza, generare traffico di alta qualità verso il tuo sito e diventare un nome familiare nel settore?

Nel mondo SEO, non è tanto ciò che fai, ma come lo fai. Se stai acquistando post ospiti su siti che non hanno nulla a che fare con la tua nicchia e spammare un mucchio di link, verrai penalizzato. Se stai creando post ospiti unici che forniscono valore ai lettori su siti che sono rilevanti per te, andrà bene e il “Link Juice” scorrerà bene verso il tuo sito.

Fondamenti della SEO nel Marketing: La Spiegazione Completa 

Ora è il momento di imparare come si scompone il marketing SEO nelle sue parti costituenti. Di seguito, coprirò tutte le cose che devi ottimizzare durante una strategia SEO completa.

Non aspettarti di vedere risultati immediatamente, però. Ci vuole tempo perché i tuoi sforzi SEO abbiano un effetto, e potresti non vedere un aumento nei ranking per diversi mesi.

Contenuto 

Probabilmente l’hai sentito prima: “Content is King”.

Perché?

L’obiettivo di Google è “fornire le informazioni più rilevanti e affidabili disponibili”. Quindi, se vuoi posizionarti, è meglio che tu ti assicuri di creare contenuti eccezionali.

Elementi del Contenuto 

Ci sono tre elementi del tuo contenuto su cui dovresti concentrarti quando ottimizzi: qualità, intento e freschezza.

Creare contenuti di qualità è essenziale.

Un tempo era facile creare contenuti di alta qualità. Ma ora, c’è così tanta concorrenza e lo standard dei contenuti è così elevato che scrivere un ottimo articolo o una guida non è necessariamente sufficiente per essere premiato da Google.

Ecco perché una delle mie strategie preferite nella creazione di contenuti è quella di sfruttare ciò che altri hanno creato, aggiungere più valore e rendere il tuo pezzo di contenuto più approfondito.

Non è sufficiente solo scrivere più parole; devi anche coprire gli argomenti in modo più dettagliato. Questo è particolarmente importante alla luce dell’aggiornamento sui contenuti utili di Google di agosto 2022, che ha premiato i siti che offrivano ai visitatori un’esperienza soddisfacente.

Naturalmente, la cosa fantastica dello scrivere contenuti di alta qualità e completi è che dovrebbero attrarre più link, anche.

Devi anche assicurarti che il tuo contenuto corrisponda all’intento dietro ogni ricerca

Google pone molta enfasi sull’intento. Cerca di capire cosa sta cercando l’utente e di fornire esattamente ciò che desidera.

Come creatore di contenuti, devi assicurarti che i tuoi contenuti corrispondano all’intento di ricerca che Google ha assegnato alla tua parola chiave target. Ciò significa che probabilmente non sarai in grado di posizionare un post di blog quando i risultati della ricerca sono pieni di pagine di prodotti e-commerce e viceversa.

Infine, devi assicurarti che i tuoi contenuti siano “fresh”. Più aggiornati sono i tuoi contenuti, meglio è. Rivedere e aggiornare i tuoi contenuti per accuratezza, correggere eventuali link interrotti e aggiornare vecchi dati con nuove statistiche più rilevanti sono tutti modi per mostrare a Google che il tuo pezzo di contenuto merita ancora un posto in prima pagina.

4 Suggerimenti per Creare Contenuti di Qualità 

Ecco i miei migliori consigli SEO per creare contenuti che i lettori adorano e che Google rispetta:

  • Capire l’intento dell’utente: Devi sapere cosa vuole realizzare il lettore quando arriva sulla tua pagina. 
  • Sviluppare una client persona: Devi anche sapere chi è il tuo lettore, cosa gli piace, cosa non gli piace e perché è lì. 
  • Spezzare il testo: Le persone hanno tempi di attenzione brevi e scrivere grandi blocchi di testo non funziona più; devi spezzarlo con molte intestazioni e immagini. 
  • Rendilo pratico: Non c’è niente di peggio che leggere un pezzo di contenuto e non ottenere tutto ciò di cui hai bisogno per realizzare qualcosa.

Ricerca e Selezione delle Parole Chiave

La ricerca delle parole chiave è il processo di individuazione delle parole chiave (le frasi che le persone inseriscono in Google). Una buona ricerca di parole chiave ti aiuterà a posizionarti meglio su Google e a garantire che tu crei contenuti pertinenti.

I migliori SEO sono costantemente impegnati nella ricerca di parole chiave, di solito sotto forma di pianificazione SEO trimestrale, e sto per mostrarti esattamente quello che fanno qui sotto.

Elementi della Selezione delle Parole Chiave 

C’è molto di più nella selezione delle parole chiave rispetto al passare attraverso il tuo strumento di ricerca di parole chiave e scegliere ogni parola chiave nell’elenco. Devi scegliere parole chiave pertinenti che non siano troppo competitive e che abbiano l’intento di ricerca giusto.

Concentrati su parole chiave che sono rilevanti per la tua attività e attraggono il giusto mercato di riferimento. Ad esempio, non vuoi persone che cercano omaggi se vendi servizi di consulenza per 10.000 euro al mese.

È meglio scegliere parole chiave con un volume di ricerca più basso (il che significa che meno persone le stanno cercando).

In seguito, evita di scegliere parole chiave troppo competitive. La maggior parte delle parole chiave con decine di migliaia di ricerche sarà fuori portata per i piccoli marchi.

Prendi, ad esempio, il content marketing. Ha 18.100 ricerche al mese, ma la pagina media ha 14.000 backlink e un’autorità di dominio di 88 (su 100).

seo

Il mio consiglio è di scegliere parole chiave a coda lunga.

Le parole chiave a coda lunga (o “long tail keywords”) sono, come avrai intuito, frasi di parole chiave lunghe che diventano super specifiche. Sono spesso più facili da posizionare e ti portano traffico mirato. Puoi trovarle facilmente utilizzando uno strumento di ricerca di parole chiave come Ubersuggest.

Non c’è motivo per cui non puoi arrivare alla prima pagina per parole chiave competitive, soprattutto se stai creando contenuti utili e di qualità. Ma non accadrà da un giorno all’altro.

Infine, analizza l’intento di ricerca per scegliere parole chiave che convertano i visitatori in clienti. Se scegli parole chiave che hanno un intento informativo, puoi aggiungere utenti all’inizio del tuo funnel, ma probabilmente non effettueranno un acquisto. Se ti concentri su parole chiave con intento transazionale, tuttavia, gli utenti dovrebbero convertire a un tasso molto più elevato, anche se meno persone cercano il termine.

4 Consigli per Selezionare le Migliori Parole Chiave 

Ecco i miei consigli SEO per condurre la migliore ricerca e selezione di parole chiave:

  1. Utilizza strumenti di aiuto: È difficile fare una ricerca di parole chiave efficace senza strumenti come Ubersuggest e Ahrefs.
  2. Impara la semantica: Non è necessario creare una nuova pagina per ogni parola chiave. Invece, puoi usare la stessa pagina per targetizzare più parole chiave correlate.
  3. Capisci l’intento: Devi conoscere l’intento della parola chiave per creare contenuti eccellenti.
  4. Spia i concorrenti: Uno dei modi migliori per eseguire la ricerca di parole chiave è vedere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti e seguire il loro esempio.

HTML 

L’HTML del tuo sito è un pezzo importante del puzzle del marketing SEO. Senza tag, intestazioni e descrizioni adeguate, Google avrà difficoltà a capire di cosa tratta il tuo contenuto e perché dovrebbe posizionarsi più in alto rispetto alla concorrenza. Non preoccuparti, però; non è necessario sapere programmare per ottimizzare il tuo sito web per la SEO. Ci sono alcuni plug-in, ad esempio se usi piattaforme come WordPress o Shopify, che possono aiutare!

Elementi dell’HTML 

Ci sono diversi elementi HTML che devi ottimizzare sul tuo sito web:

  1. Tag del titolo (Title tags)
  2. Descrizioni meta (Meta descriptions) 
  3. Schema
  4. Sottotitoli (Subheadings)
  5. Testo alternativo (Alt text)
  6. URL slug

Il tuo tag del titolo dice ai motori di ricerca di cosa tratta la tua pagina. Viene visualizzato nella scheda in cima al tuo browser e quando la tua pagina appare su Google. Assicurati che il tuo tag del titolo contenga la tua parola chiave target.

seo

La meta description descrive la tua pagina ai motori di ricerca. Compare anche nei risultati di Google sotto il tuo tag del titolo, indicando al ricercatore di cosa tratta il tuo contenuto.

È importante ottimizzare questa sezione con parole chiave e assicurarsi che non sia più lunga di 160 caratteri. Ecco un esempio di ciò che intendo:

Schema è una forma di markup che aiuta i motori di ricerca a comprendere meglio la tua pagina. Specificamente, scompone ogni parte del tuo contenuto e dice ai motori di ricerca cosa significano queste parti.

Puoi usare lo schema per marcare molte cose diverse. Ad esempio, l’autore dell’esempio sopra con Bitcoin ha usato uno schema per creare la valutazione che Google mostra sulla SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca). È un fattore piuttosto piccolo, ma sicuramente una buona pratica.

Se vuoi saperne di più su Schema e aggiungerlo al tuo sito web, utilizza l’Helper di Markup di Dati Strutturati di Google.

I sottotitoli aiutano a strutturare il tuo contenuto, rendendolo facile da leggere sia per i motori di ricerca che per gli utenti. Ti permettono anche di aggiungere parole chiave al tuo contenuto per migliorare i tuoi ranking.

Un esempio di sottotitolo potrebbe essere il tuo H1. Questo è l’intestazione principale del tuo articolo ed è visualizzato in cima. Anche se potrebbe sembrare un’intestazione qualunque, Google gli dà la massima importanza.

Il tuo tag H1 dovrebbe:

  1. Includere una parola chiave a coda lunga
  2. Essere breve (20-70 caratteri)
  3. Dare all’utente un’idea chiara di cosa tratta l’articolo

Ecco un esempio:

Il testo alternativo (Alt text) descrive le immagini nel tuo articolo. Purtroppo, la maggior parte dei marketer non sfrutta il testo alternativo quanto dovrebbe. Lo scopo del testo alternativo è permettere ai motori di ricerca di descrivere verbalmente l’immagine alle persone con disabilità visive. Quando scrivi il testo alternativo, vuoi che descriva accuratamente cosa rappresenta l’immagine, ma puoi anche usarlo per inserire parole chiave.

Lo slug URL è la parte dell’URL che dice a Google di cosa tratta il contenuto. È un ottimo modo per dire sia agli umani che a Google di cosa tratta il tuo contenuto prima che lo leggano e per aiutarli a navigare nel tuo sito web.

4 Consigli per Migliorare l’HTML Ecco i miei consigli SEO più importanti da tenere a mente mentre apporti miglioramenti HTML al tuo sito:

  1. Usa strumenti di aiuto: Gli strumenti di marketing SEO possono aiutarti a identificare problemi HTML sul tuo sito.
  2. Sfrutta la concorrenza: Rubare è sbagliato, ma usare i tuoi concorrenti con il ranking più alto per ispirazione non lo è. Se stai lottando per capire cosa usare per il tuo tag del titolo o la descrizione meta, guarda cosa sta facendo la concorrenza.
  3. Mai riempire di parole chiave (keyword stuffing): Non c’è niente di peggio di una descrizione meta piena di parole chiave che è orribile da leggere. Google lo vedrà immediatamente e potrebbe anche penalizzarti se lo fai abbastanza.
  4. Non dimenticare gli header H2, H3 e H4: Abbiamo parlato degli header H1, ma non dimenticare di ottimizzare gli altri titoli del tuo sito web.

Architettura del Sito 

L’architettura del tuo sito web, ovvero come è strutturato e costruito, può influenzare seriamente la capacità del tuo sito di posizionarsi nei motori di ricerca. Ciò include aspetti come una struttura chiara, tempi di caricamento rapidi, una connessione sicura e un design adatto ai dispositivi mobili.

Elementi dell’Architettura del Sito 

Quando progetti, costruisci e ottimizzi l’architettura del tuo sito web, ci sono cinque aspetti ai quali dovresti prestare attenzione:

  1. Crawlability (Capacità di essere esplorato dai motori di ricerca
  2. Contenuto duplicato
  3. Responsive per i dispositivi mobili
  4. Velocità
  5. Sicurezza

Il tuo sito web dovrebbe essere facile da “esplorare” (crawl) per i motori di ricerca. Ciò rende facile per il bot di ricerca di Google indicizzare e comprendere il tuo sito web. Più collegamenti interni pertinenti hai tra le pagine, più facile è per Google esplorare il tuo sito. Assicurati solo di non inserire troppi collegamenti in modo forzato.

Puoi anche migliorare la crawlability creando una mappa del sito con un semplice plugin se sei su WordPress o utilizzando un generatore online di sitemap XML.

Dovresti anche evitare contenuti duplicati, che causano problemi di canonicalità. I problemi canonici si verificano quando uno o più URL sul tuo sito mostrano contenuti simili o duplicati.

Anche se non è un problema se brevi paragrafi o frasi si ripetono sul tuo sito web e sui profili social, dovresti evitare di ripubblicare interi articoli del blog altrove online o avere due pagine con contenuti identici.

In seguito, assicurati che il tuo sito web sia adatto ai dispositivi mobili. Google indicizza prima per mobile, il che significa che dobbiamo creare un sito che funzioni bene su mobile perché sarà uno dei fattori più importanti quando Google determina quanto è facile esplorare il tuo sito.

Ecco un elenco completo di ciò che puoi fare per rendere i tuoi contenuti adatti ai dispositivi mobili.

Il tuo sito web dovrebbe anche caricarsi rapidamente. Con l’implementazione dei Core Web Vitals, Google pone molta enfasi sulla velocità della pagina e sull’usabilità. Se il tuo sito o certi elementi del sito si caricano troppo lentamente, Google potrebbe penalizzarti o rendere più difficile per te superare la concorrenza.

Puoi utilizzare PageSpeed Insights per controllare le prestazioni del tuo sito web.

Infine, vorrai assicurarti che Google consideri il tuo sito web sicuro acquistando un certificato SSL. È semplice configurarlo e ti darà il piccolo lucchetto accanto al tuo URL in modo che gli utenti sappiano che il tuo sito è sicuro. Questo è un importante segnale di fiducia e, sebbene non fornisca molti “SEO Juices”, è una buona pratica che beneficerà i tuoi obiettivi a lungo termine.

3 Consigli per Migliorare l’Architettura del Tuo Sito 

Ci sono tre fattori importanti da tenere a mente mentre migliori l’architettura del tuo sito.

  1. Assicurati di capire i Core Web Vitals: La parte più importante del puzzle sono i Core Web Vitals. Devi capire cosa sono, come influenzano i tuoi ranking e cosa puoi fare al riguardo. Leggi di più a riguardo e assicurati di fare tutte le mosse giuste sul tuo sito.
  2. Ottieni una mappa del sito: Usa il plugin di sitemap di WordPress (o qualcosa di simile) per creare una mappa del sito. Questo è essenziale per i siti web di grandi dimensioni.
  3. Risolvi i problemi di canonicalizzazione: Ci sono modi per risolvere i problemi di canonicalizzazione. La soluzione esatta dipende da cosa sta causando il problema originale. Potrebbe essere semplice come rimuovere una riga di codice o complicato come ristrutturare l’intero sito per prevenire contenuti duplicati.

Trust 

Il tuo sito web è affidabile? È quello che Google sta cercando di capire.

La fiducia sta diventando sempre più importante, e la maggior parte degli ultimi aggiornamenti di Google hanno colpito siti web spam e oscuri. Google utilizza un algoritmo chiamato TrustRank per determinare la qualità di un sito web e combattere lo spam.

Elementi di Trust sul Tuo Sito 

Ci sono tre parti nella costruzione della fiducia: autorità, tasso di rimbalzo e età del dominio.

Google determina l’autorità complessiva del tuo sito tramite una combinazione di due tipi di autorità che puoi costruire:

  1. Autorità del Dominio, che riguarda quanto sia diffuso il tuo nome di dominio. Ad esempio, coca-cola.com è molto autorevole, perché tutti ne hanno sentito parlare.
  2. Autorità della Pagina, che si riferisce a quanto sia autorevole il contenuto di una singola pagina (ad esempio, un post di blog).

Il tuo tasso di rimbalzo (il vecchio Bounce Rate) è semplicemente una misura di quante persone visualizzano solo una pagina sul tuo sito prima di lasciarlo immediatamente di nuovo.

Puoi diminuire il tuo tasso di rimbalzo creando contenuti eccellenti, migliorando la velocità del tuo sito e attirando il tuo pubblico di riferimento.

L’età del dominio è l’età del tuo sito web. A volte, la persona più rispettata in una stanza è la più anziana, giusto? Lo stesso vale per internet. Se un sito web esiste da un po’ di tempo, producendo contenuti coerenti e facendolo in un modo che piace ai motori di ricerca, si classificherà più in alto di un sito nuovo, a prescindere da tutto.

3 Consigli per Costruire Maggiore Trust

Se vuoi aumentare la fiducia del tuo sito agli occhi di Google, ti consiglio quanto segue:

  1. Sii paziente: La fiducia non è qualcosa che si costruisce dall’oggi al domani. A volte, devi solo essere paziente e capire che Google non ha fretta di esplorare il tuo sito. Un modo per farli agire prima è apportare piccole modifiche al sito e richiedere l’indicizzazione in Google Search Console. Questo spingerà Google ad agire, ma comunque non garantisce nulla.
  2. Comprendi l’intento: Una grande parte del marketing SEO è comprendere ciò che gli utenti vogliono, non ciò che tu vuoi che vogliano. Quando qualcuno cerca qualcosa su Google, sta cercando di realizzare qualcosa. Se fornisci quella soluzione, assicurati di fornire la soluzione completa; altrimenti, arriveranno sul tuo sito, si renderanno conto che non è abbastanza buono e se ne andranno.
  3. Dai loro ciò che vogliono: Un ottimo consiglio per evitare che gli utenti abbandonino il sito è dar loro ciò che cercano non appena atterrano sul tuo sito. La maggior parte delle persone non cerca di leggere un intero articolo. Invece, vogliono una risposta, e quanto prima gliela dai, meglio è.

Links 

Un backlink (o semplicemente un link) è un collegamento che il tuo sito web riceve da un altro sito web. Ottenere backlink da siti web ad alta autorità è probabilmente il modo migliore per migliorare la tua SEO.

Un problema che molti SEO hanno è che non capiscono come costruire link nel modo giusto. Se utilizzi le tattiche sbagliate, ti stai preparando al fallimento fin dall’inizio. Se scegli di adottare una strategia a lungo termine e costruire link nel modo giusto, potrebbe volerci un po’ più di tempo, ma te ne sarai grato in seguito.

Elementi della Costruzione di Link 

Ci sono tre fattori importanti da considerare quando costruisci link per il tuo sito:

  1. Qualità dei Link: La qualità di un link conta molto più del numero totale di link che hai. Un link rilevante da un sito web altamente affidabile è molto prezioso. Più il sito web è rilevante e affidabile, meglio è.
  2. Quantità di Link: Anche se avere link di alta qualità è meglio che avere migliaia di link spam, vuoi ottenere il maggior numero possibile di link di alta qualità. Ecco perché devi costruire backlink di alta qualità su larga scala nel tempo.
  3. Testo dell’ancora (Anchor Text): Il testo dell’ancora è il testo a cui attacchi un link. L’obiettivo è che il testo appaia il più naturalmente possibile nell’articolo. Vuoi avere una varietà di tipi diversi di testo dell’ancora perché ognuno ha il suo posto nel regno della SEO. In altre parole, non vuoi che ogni link includa la tua parola chiave: questo sembrerebbe sospetto.

3 Consigli per Migliorare il Tuo Profilo di Link 

Se vuoi migliorare il tuo profilo di link, segui i miei consigli qui sotto:

  1. Non prendere scorciatoie: Non ci sono scorciatoie nella costruzione di link; devi dedicare tempo per costruirli nel modo giusto. Questo comporta avere conversazioni con le persone, proporsi e spiegare come puoi fornire valore al loro sito. Cerca opportunità di link interrotti, trova siti che sono pertinenti alla tua nicchia e proponili tramite email o social media.
  2. Rimuovi link cattivi: Google ha qualcosa chiamato strumento di disavow che ti permette di rimuovere i link che potrebbero danneggiare la tua capacità di posizionarti. Vorrai usare questo strumento con attenzione perché disconoscere un sacco di link potrebbe danneggiare il tuo sito. Rimuovere link che non sono più rilevanti o che potrebbero essere comparsi nel tuo profilo per errore può aiutare a pulire il tuo profilo di link.
  3. Non dimenticare il linking interno: Anche il linking interno è un pezzo importante del puzzle. In caso di dubbio, punta a circa 2-4 link interni in ogni post.

SEO Locale 

La SEO locale è diversa dagli altri componenti della SEO di cui ho parlato finora. Invece di cercare di posizionare il tuo sito web nei motori di ricerca, la SEO locale mira a posizionare la tua attività nei risultati delle mappe e delle liste locali sui motori di ricerca.

Elementi della SEO Locale 

Quattro fattori principali influenzano la tua SEO locale:

  1. La posizione del ricercatore e della tua attività
  2. La tua scheda Google Business Profile
  3. Citazioni NAP (Nome, Indirizzo, Numero di Telefono
  4. Recensioni online

La posizione di chi cerca e della tua attività è il fattore di ranking SEO locale più importante. Se un utente cerca una pizzeria a Roma e tu sei a Milano, non sarai elencato. Ma Google potrebbe anche non elencarti se ti trovi sul lato sbagliato di Roma rispetto al ricercatore. In altre parole, la prossimità è fondamentale.

La qualità della tua scheda Google Business Profile è probabilmente il secondo determinante più importante per i tuoi ranking SEO locali. Google premia le aziende che compilano il loro profilo in dettaglio. Ciò include l’elenco del tuo sito web, numero di telefono, indirizzo e orari di apertura, oltre a includere foto della tua attività.

Il prossimo punto sono le citazioni NAP, che sta per nome, indirizzo e numero di telefono. Una citazione NAP è qualsiasi menzione del nome, indirizzo e numero di telefono della tua attività online. Puoi pensarle come backlink SEO locali, e più citazioni hai, meglio è.

Le recensioni online sono l’ultimo importante fattore di ranking SEO locale. Google vuole indirizzare i suoi utenti verso ottime attività locali, quindi più recensioni a cinque stelle ha la tua attività, meglio è.

3 Consigli per Migliorare la SEO Locale 

Se vuoi migliorare la tua SEO locale, segui questi tre consigli:

  1. Ottimizza il tuo sito web per la SEO locale: Assicurati di includere il tuo nome, indirizzo e numero di telefono in modo prominente sul tuo sito web e utilizza lo schema markup per far sapere ai motori di ricerca che sono presenti. Assicurati anche di includere molte parole chiave locali a coda lunga.
  2. Incoraggia i clienti a lasciare una recensione: Assicurati di chiedere a ogni cliente di lasciare una recensione della tua attività. Idealmente, sarà su Google, ma anche Yelp e altri siti di recensioni di terze parti sono importanti.
  3. Costruisci più citazioni NAP: Utilizza uno strumento come Moz Local o Citation Tracker di BrightLocal per trovare, correggere e creare citazioni locali.

Social 

Infine, diamo un’occhiata agli aspetti social dell’SEO off-page. Oltre ai segnali sociali, ci sono altri modi in cui i social media possono aiutarti a posizionarti meglio.

Elementi del Social per la SEO 

Ci sono due fattori principali di influenza:

  1. La qualità delle tue condivisioni: Non si tratta solo del numero di condivisioni, ma anche di chi condivide i tuoi contenuti e come interagiscono con essi. Le condivisioni da parte di influencer o di pagine con molti follower possono avere un impatto maggiore.
  2. Il numero delle tue condivisioni: Ovviamente, più condivisioni hai, meglio è. Tuttavia, è importante che queste condivisioni siano rilevanti e provenienti da fonti autorevoli.

Il marketing SEO e il marketing sui social media vanno di pari passo perché l’obiettivo è comunicare a Google quanto sei grande. Se le persone stanno condividendo i tuoi contenuti e ne stanno ampliando la portata, cosa dice questo a Google?

Dice a Google che alle persone piace ciò che offri e che stai fornendo un grande valore. Questo è positivo per Google.

Il secondo metrico sociale è il numero di condivisioni. Ogni marketer sogna di ottenere un successo virale, ma è sopravvalutato. Ci sono molti consigli e trucchi là fuori, ma la verità è un po’ più semplice: crea contenuti fantastici.

Per ottenere condivisioni nel gioco della SEO, devi semplicemente creare contenuti fantastici che piacciono alle persone, su un sito dove le persone leggono.

3 Consigli per Migliorare le Condivisioni Sociali 

Ecco tre consigli SEO per ottenere più condivisioni sui social media:

  1. Crea contenuti fantastici: Creare contenuti di qualità superiore è il modo per ottenere condivisioni, chiaro e semplice. Google impiega molte ore e più denaro di quanto tu possa immaginare per impedire alle persone di manipolare il sistema.
  2. Sii costante: La costanza è estremamente importante in SEO e sui social media. Se posti una volta ogni tre mesi, non solo gli algoritmi dei social media ti odieranno, ma non ci sarà nessuno in giro per condividere il contenuto perché è passato troppo tempo dal tuo ultimo post. Postare in modo costante sui social media richiede di avere nuovi contenuti da condividere regolarmente. Tutto si chiude a cerchio.
  3. Rendilo facile: Ci sono molti plugin per promuovere la condivisione sui social, usa uno di essi. Se il lettore non riesce a trovare un modo semplice per condividere il tuo post sui social media, è probabile che passi oltre.

Linee Guida E-E-A-T di Google 

Uno dei modi migliori per migliorare in SEO è leggere il materiale formativo di Google per i valutatori umani dei contenuti. Oltre ai loro algoritmi, Google impiega Quality Raters per migliorare l’esperienza di ricerca per tutti.

Google spiega nelle sue linee guida per i valutatori che una pagina di alta qualità deve possedere un alto livello di:

  • Esperienza (Experience)
  • Competenza (Expertise)
  • Autorità (Authority)
  • Affidabilità (Trustworthiness)

O, come queste linee guida sono più comunemente note, E-E-A-T.

Prima del 2022, queste linee guida erano conosciute come E-A-T. Tuttavia, Google ha apportato modifiche significative alle sue linee guida, che hanno incluso l’aggiunta dell’esperienza all’inizio dell’acronimo.

Ciò significa che i Quality Raters possono ora valutare i contenuti in base alla misura in cui il creatore può essere considerato di avere esperienza diretta nel tema trattato.

Oltre all’esperienza, i Quality Raters valutano la competenza dell’autore dei contenuti, l’autorità del resto dei contenuti sul tuo sito e l’affidabilità del tuo sito web.

Per posizionarti in alto su Google, devi prendere provvedimenti per migliorare ogni parte del tuo punteggio E-E-A-T.

6 Consigli per Migliorare il Tuo Punteggio E-E-A-T

  1. Ottieni esperienza diretta: Dimentica il “fake it till you make it!”, se vuoi posizionarti su Google devi dimostrare di sapere di cosa stai parlando. Ciò significa mettere in mostra il fatto che sei un professionista del settore elencando le tue credenziali sul tuo sito, scattando fotografie originali o dimostrando di aver acquistato i prodotti affiliati che stai raccomandando.
  2. Fai ricerche approfondite: Questo potrebbe sembrare ovvio, ma il modo migliore per dimostrare veramente competenza, autorità e affidabilità è condividere informazioni accurate. Integra interviste con esperti o post di ospiti, quando puoi. Assicurati che le informazioni che condividi siano corrette, nel contesto del tema e per il pubblico che le leggerà. Fare altrimenti è il modo più rapido per ottenere un punteggio basso con questi criteri.
  3. Sii esaustivo: Ora che sei sicuro che le tue informazioni siano accurate, vorrai anche assicurarti che siano complete. Rispondere a una domanda con un post breve o semplicistico può sembrare superficiale. Per essere considerato un esperto, i tuoi contenuti devono lasciare il lettore soddisfatto e equipaggiato.
  4. Parla di ciò che conosci: Quando sviluppi contenuti per il tuo sito web, attieniti a ciò che rappresenta il tuo marchio. Evita la sindrome dell’oggetto luccicante e di perderti in contenuti non pertinenti a ciò di cui tratta il tuo sito. Attieniti al tuo argomento di competenza per costruire la tua reputazione come luogo di riferimento per informazioni su quello.
  5. Rispondi alle esigenze del tuo pubblico: Su una nota simile, sarai in grado di costruire affidabilità e autorità nella mente del lettore solo se parli del tema che i lettori vengono a leggere. Di cosa devono sapere i lettori riguardo al tema? Quali problemi puoi risolvere? C’è una differenza tra essere in grado di parlare approfonditamente di un argomento perché lo conosci bene e essere in grado di insegnarlo in modi che siano accessibili e pertinenti. Quest’ultimo aiuterà i lettori a vederti come un’autorità e qualcuno di cui possono fidarsi.
  6. Dimostra di essere affidabile: Non dare ai Quality Raters o agli utenti reali la possibilità di pensare che tu sia un’attività losca. Ottieni un certificato SSL che renda sicuro il tuo sito, fornisci dettagli di contatto che rendano facile per le persone contattare una persona reale e aggiungi recensioni reali al tuo sito.

SEO e Aggiornamenti dell’Algoritmo di Google 

Google utilizza un algoritmo segreto per classificare i siti web nei suoi risultati di ricerca. Potresti aver sentito che l’algoritmo è in continuo cambiamento e, in una certa misura, è vero. Google effettua ciò che chiama “aggiornamenti core” (core updates) più volte all’anno per servire meglio coloro che cercano online: puoi leggere tutto su di essi nel mio cheat sheet sull’algoritmo di Google.

Google apporta così tanti aggiornamenti che non dovresti preoccuparti tanto del suo algoritmo quanto di stare al passo con le migliori pratiche SEO.

La tua principale preoccupazione dovrebbe essere quella di continuare a creare contenuti di alta qualità, utilizzare parole chiave pertinenti e costruire relazioni di backlink reputabili. Non dovresti cercare di “manipolare il sistema” quando si tratta degli algoritmi di Google, poiché uno dei principali motivi per gli aggiornamenti continui è eliminare chi lo fa. Potresti danneggiare i tuoi ranking concentrandoti troppo sull’algoritmo e non abbastanza sui tuoi contenuti.

FAQ

Quanto tempo impiega la SEO a funzionare? 

La SEO non è una scorciatoia per il successo. Non lo è mai stata e mai lo sarà. Devi avere un piano a lungo termine quando si tratta di SEO perché può richiedere tra i sei mesi e un anno per posizionarsi per la maggior parte delle parole chiave.

Qual è il fattore più importante nel marketing SEO? 

Nessun fattore è il più importante perché sono tutti importanti. Ma, se dovessi scegliere qualcosa su cui concentrarti, sarebbe fornire informazioni di qualità alle persone. Puoi avere tutti i pezzi SEO al loro posto, ma se i tuoi contenuti non sono buoni, non importa perché le persone non saranno interessate a te.

Come posso posizionarmi più velocemente su Google?

 Il modo migliore per posizionarsi è con uno sforzo costante e regolare. Se sei in questa per vincere, vorrai costruire collegamenti al tuo sito in modo costante, creare nuovi contenuti e aggiornare i contenuti precedenti. Fare ciò giorno dopo giorno produrrà i risultati che desideri.

Posso posizionare un sito web senza SEO? 

Certo, ci sono situazioni in cui le persone hanno fortuna, ma è probabile perché stanno fornendo qualcosa che molte persone non stanno offrendo. Molte persone sono in competizione nello stesso spazio, ed è qui che la migliore SEO può vincere. Il marketing di affiliazione è un ottimo esempio di questo. Ci sono un milione di siti che si concentrano su prodotti sportivi per il marketing di affiliazione. Competere in questo spazio richiede una solida comprensione del marketing SEO.

Quanto costa la SEO? 

Il costo della SEO dipende. Puoi assumere un professionista per gestirla per te, o puoi fare tutto da solo. Farlo da solo richiederà molto più tempo e dovrai tenere conto della curva di apprendimento. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, potresti farlo quasi gratuitamente se fai tutto da solo: costa solo il tuo tempo.

Conclusione 

Spero che tu abbia tratto molto da questa guida perché qui c’è molta informazione. Assicurati di fare riferimento a questo materiale mentre prosegui nel tuo percorso di marketing SEO. La cosa più importante da ricordare sulla SEO è che non ci sono scorciatoie in questo gioco. Devi fare le cose nel modo giusto e andare oltre perché è così che ti distinguerai.

Qual è, secondo te, il fattore più importante nella SEO per il marketing?

Share